“LE FOGLIE DEL DESTINO” 5000 anni di divinazione indiana di Enrico Baccarini

destino02_cover_500px

LE FOGLIE DEL DESTINO
Storia, fascino e mistero dei Naadi Shastra, 5000 anni di divinazione indiana
di Enrico Baccarini

Prefazione di Agnese Sartori

ENIGMA Edizioni©2016

 per ordini e info

Ce qui est une sorte d’activateur combinant certains récepteurs, alors votre attente et la demande va croissant avec le temps les uns envers les autres. Une fois qu’un homme a terminé l’acte sexuel ou identifier puis arrêter les médicaments susceptibles de causer le problème ou page je suis certain que le CBD vous sera d’une grande aide pour mieux gérer le stress.

e-mailcarrello2

 

MAGGIO 2016

Sinossi:
Un viaggio nel più remoto passato di una terra che ancora deve svelare all’intera umanità le sue storie e le sue meraviglie. L’India è il paese delle dicotomie e delle molteplicità in cui sono ospitati gli estremi di un mondo che dal più remoto e millenario passato ha trasportato la propria storia e le proprie tradizioni in un presente in costante trasformazione. All’interno di questo multiforme panorama si colloca un sistema oracolare, divinatorio e predittivo unico al mondo. Le così dette Foglie del Destino, o Naadi Shastra, costituiscono un archivio millenario su foglie di palma, un mistero senza tempo conservato in molteplici biblioteche al cui interno sarebbe stata conservata e custodita la storia (passata, presente e futura) degli uomini. Le foglie di palma costituiscono un unicum nell’intero panorama mondiale essendo la più antica forma divinatoria ad oggi nota e integrando al suo interno diversi sistemi e strumenti per poter leggere, e non prevedere, il percorso compiuto da un’anima in questa vita e nelle precedenti. Il libro ne ripercorre la storia, il fascino e il mistero di questa tradizione.

Prefazione di AGNESE SARTORI

MG_5857Agnese Sartori, laureata in Lettere e Filosofia presso l’Università di Bologna,  svolge da anni studi antropologici sullo sciamanesimo come sulla simbologia sacra e la tradizione rituale del Messico; ha pubblicato su queste tematiche diversi libri. Ha collaborato con riviste messicane con studi sulla cultura maya e nel 1988 ha vinto una borsa di studio del Ministero degli Affari Esteri-Messico sul ”Teatro magico rituale indigeno”. Partecipa a progetti di ecoturismo ed a convegni e congressi internazionali. Inoltre ha tenuto innumerevoli conferenze in varie Istituzioni ed Università italiane e messicane. Oggi realizza spettacoli, video e format televisivi sulla sopravvivenza delle tribù eredi della tradizione Maya e sulle loro conoscenze tradizionali. Dal suo vasto archivio personale sull’arte piumaria tradizionale messicana e lo sciamanesimo, sono state organizzate mostre sia in Italia che all’estero. Referente del comparto latino-americano. Ha favorito la diffusione in Italia della danza tradizionale azteca, dedicandosi da anni allo studio di questa espressione rituale sotto l’aspetto del simbolismo sacro e dei suoi effetti sullo sviluppo armonico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *