Search

Search Criteria

 
 
 
 

Products meeting the search criteria

Sort By:  
Metafore dell'eterno in Oriente, Joseph Campbell
Out of Stock
23.00€
Remoti contatti tra India e Vicino Oriente antico
16.90€
di Alessandro De Angelis e Andrea Di Lenardo
15.90€
BESTSELLER - I Vimana e le Guerre degli Dei
20.00€
Gesù e i Manoscritti del Mar Morto, di David Donnini
16.90€
Miti di luce
Miti di luce
Metafore dell'eterno in Oriente
di Joseph Campbell

Traduttore: F. Ossola
Editore: Lindau
Collana: Biblioteca
Anno edizione: 2009
In commercio dal: 29 gennaio 2009
Pagine: 250 p., ill. , Brossura
ISBN: 9788871807867

I miti non appartengono alla mente razionale. Piuttosto, essi scaturiscono dalle profondità di quel grande serbatoio che Jung chiama "inconscio collettivo". In Occidente è capitato che siano stati interpretati come fatti. Ma poiché, in questa nostra era di scetticismo scientifico, siamo consapevoli che tali fatti non possono essere accaduti davvero, la parola "mito" è divenuta sinonimo di "falsità". E la vita religiosa ha assunto un carattere strettamente morale. In altre parole, l'uomo contemporaneo ha perso la possibilità di accedere a una dimensione profonda ed essenziale della sua natura. Secondo Campbell, però, la grande diffusione delle dottrine orientali nel contesto delle accecate esistenze occidentali ha il benefico effetto di ridestarci al nostro retaggio pre-cristiano, a quelle Tradizioni nelle quali il mito non è inteso come il racconto di fatti pseudostorici, ma è la rivelazione poetica del grande mistero che esiste ora e da sempre, che sta dentro ognuno di noi e che è al di là di ogni possibile definizione. Spaziando dall'induismo al taoismo, dal buddhismo al giainismo, Campbell esplora le metafore orientali dell'Eterno e del Trascendente, immagini, figure e racconti all'apparenza esotici, quando non estranei alla nostra sensibilità, eppure in grado di trasmettere anche a noi il loro messaggio di verità intorno all'uomo.
Metafore dell'eterno in Oriente, Joseph Campbell
Out of Stock
23.00€
Dall'India alla Bibbia
Dall'India alla Bibbia
Remoti contatti tra India e Vicino Oriente antico
di Enrico Baccarini e Andrea Di Lenardo 
ISBN - 9788899303662
pagine 270, € 16,90


Un viaggio tra l’Estremo Oriente e il Vicino Oriente alla ricerca di una storia dimenticata. Quali influenze e contatti ebbe l’India più antica, la civiltà dell’Indo, con i popoli sumeri, gli Hittiti, i Mitanni e il popolo ebraico? Attingendo alle fonti storiche Enrico Baccarini e Andrea Di Lenardo hanno tracciato una linea che unisce queste civiltà e le loro conoscenze delineando un quadro che potrebbe riscrivere il nostro passato. Un’ipotesi suffragata dalla storia e dai documenti più antichi dell’umanità, un viaggio attraverso 5000 anni di storia sepolta dal tempo e dalla memoria. 

Chi fu Abramo, colui che Voltaire stesso indicò come un esule indiano (A—Brahman, senza più Brahma)? Perché la cosiddetta Stella di David si trova in India e Giappone secoli prima la sua comparsa in Israele? Da dove proveniva l’oscuro popolo degli Hittiti? 

Non basta conoscere una lingua, o esser capaci di tradurla, per penetrare nel suo spirito. Non basta essere eruditi di una tradizione o di una “sapienza” per poter dire di conoscerla. Talvolta l'esclusivismo di certi orientalisti è stato così radicale da averli spinti a credersi capaci di comprendere le dottrine orientali meglio degli Orientali stessi. Questa aberrazione ha prodotto una distorsione stessa delle tradizioni di quei popoli originando una deformazione non solo nello studio ma soprattutto nella comprensione del loro retaggio. 

Questo libro vuole essere un primo tassello per ricostruire il nostro passato, per conoscere la nostra storia, per riscoprire le nostre origini.

Remoti contatti tra India e Vicino Oriente antico
16.90€
Exodus
Exodus
Dagli Hyksos a Mosè: analisi storica sui due esodi biblici
di Alessandro De Angelis e Andrea Di Lenardo
ISBN - 8899258053
p. 296 - € 15,90


Nel 1923 l'egittologo inglese Arthur Weigall e nel 1934 persino Sigmund Freud associavano il Mose della Bibbia al contesto della fine della XVIII dinastia d'Egitto e al culto di Aton del faraone Akhenaton, di sua moglie Nefertiti e di suo figlio Tutankhamon. Quasi cent' anni dopo la ricerca delle tracce storiche dell'Esodo degli Israeliti si è tutt' altro che conclusa, ripartendo dalla scoperta del primogenito del faraone Amenhotep III, Tuthmose, nel Mose biblico. Dato per morto, in quanto non regnò come avrebbe dovuto in qualità di primogenito, Tuthmose è stato ritrovato ancora in vita come viceré di Nubia sotto la reggenza del fratello Akhenaton, mandato a sedare una rivolta in Etiopia come il Mose della Bibbia. Alessandro De Angelis e Andrea Di Lenardo ripercorrono la storia del popolo ebraico dalla dominazione degli Hyksos in Basso Egitto, durante la quale collocano le figure dei Patriarchi, fino alla cosiddetta eresia di Akhenaton, giungendo a identificare due eventi distinti che potrebbero aver costituito il fondamento storico per la narrazione dell'Esodo, l'espulsione degli Hyksos sotto Ahmose prima e, secoli dopo, la restaurazione del primato del clero di Amon e i contrasti con gli adoratori di Aton, l'unico dio.Questo libro è un tentativo di ripercorrere le tappe del lungo e difficile viaggio dagli eventi che interessarono la fertile valle del Nilo sino alle pagine del libro dei libri, la Bibbia.


PRESENTAZIONE 

Parte I - L'ESODO EBRAICO di Andrea Di Lenardo 

1. Capitolo I - Hyksos: i Patriarchi della Bibbia? 

1.1 Note generali 
1.2 Esempi di nomi egizi 
1.3 Nomi ebraici di ipotetica origine egizia 
1.4 Abbreviazioni bibliche 
1.5 Introduzione 
1.6 Etimologia 
1.7 Precedenti contatti fra Egitto, Vicino Oriente e Siria-Palestina 
1.8 Situazione egizia prima degli Hyksos 
1.9 L'arrivo degli Hyksos
1.10 Avari
1.11 Le dinastie Hyksos
1.12 Cronologia biblica
1.13 Abramo
1.14 Figli di Abramo
1.15 Ulteriori conferme all'identificazione Ebrei - Hyksos
1.16 Hyksos e Nubiani

2. Capitolo II - Il dio degli Ebrei-Hyksos 

2.1 Acquisire i costumi egizi 
2.2 Yahweh, dio della Luna
2.3 Adonai, dio del Sole
2.4 Seth e l'enoteismo semitico

3. Capitolo III - Il primo Esodo 84

3.1 L'Esodo Hyksos 
3.2 Quanto avvenne l'Esodo? 
3.3 Tsunami minoico e primo Esodo 
3.4 Problematiche cronologiche 
3.5 Carbonio 14 
3.6 Conclusioni

Parte II - L'ESODO GIUDAICO di Alessandro De Angelis

Capitolo IV - Il dio della Bibbia 
Capitolo V - I simboli egizi degli Ebrei 
Capitolo VI - Amon 
Capitolo VII - Dall'enoteismo di Aton all'enoteismo di Adonai
Capitolo VIII - Due Esodi, tanti dèi 
Capitolo IX - Mosè, il generale 
Capitolo X - Thutmose, primogenito di Amenhotep III 
Capitolo XI - La morte di Tutankhamon 
Capitolo XII - Le moglie di Mosè 
Capitolo XIII - La mitica città di Saba 
Capitolo XIV - Il vero Monte Sinai e il Giardino dell'Eden 
Capitolo XV - L'Esodo e la Nubia 

Parte III - PIÙ DI UN ESODO di Andrea Di Lenardo

Capitolo XVI - Conclusioni 

APPENDICI di Andrea Di Lenardo 

Appendice I - La XVIII e la XIX dinastia 
Appendice II - Albero genealogico della XVIII dinastia 
Appendice III - Cronologia del primo Esodo 

Bibliografia 

Note biografiche su Alessandro De Angelis 
Note biografiche su Andrea di Lenardo

Ringraziamenti 
Contatti 

Precedente pubblicazione 
Prossima pubblicazione

di Alessandro De Angelis e Andrea Di Lenardo
15.90€
Le Origini Pagane delle feste cristiane
Le Origini Pagane delle feste cristiane
di Corinna Zaffarana
ISBN - 9788899303747
pagine 152, 15,00€ 



Sinossi:

L’origine delle festività e delle celebrazioni di ogni religione si perde nella notte dei tempi. Tutte le espressioni del Sacro si manifestano secondo processi complessi, che risentono del contatto con svariate culture e delle molteplici implicazioni proprie dei mutamenti economici e politici. Così avviene anche per la religione cristiana, che nelle sue forme e nei suoi simboli trae forza dalla tradizione greca; romana; ebraica; egizia. In questo breve saggio non si desidera esaurire un argomento tanto vasto e complesso, bensì gettare delle basi fondamentali affinché il lettore curioso possa trarre ispirazione per un futuro cammino verso l’analisi consapevole di una delle manifestazioni religiose - ancora oggi - fra le più importanti e diffuse del globo.

di Corinna Zaffarana
15.00€
I Vimana e le Guerre degli Dei

I Vimana e le Guerre degli Dei

la riscoperta di una civiltà perduta, di una scienza dimenticata, di un anticosapere custodito tra India e Pakistan

di Enrico Baccarini

Introduzione di Graham Hancock

Postfazione di Diego D’Innocenzo

p.324, ISBN – 9788899303006

Un mondo inesplorato, una viaggio oltre i confini della storia umana. Da oltre cinquemila anni India e Pakistan sembrano gelosamente custodire un passato dimenticato, un segreto racchiuso all’interno delle più antiche tradizioni che la storia umana conosca.

Il viaggio ha inizio da una civiltà estremamente evoluta ma caduta nell’oblio, una cultura che lasciò ai posteri una imponente quantità di testi trasmessi in forma orale e confluiti successivamente nell’induismo. Tradizioni in cui si parla di civiltà perdute, guerre combattute tra uomini e dei con tecnologie estremamente avanzate e macchine in grado di volare nell’aria e nello spazio denominate Vimana.

All’alba dei tempi, secondo gli antichi testi indiani,  gli dei combatterono sulla Terra sanguinose guerre attraverso l’utilizzo di questi velivoli ed impiegando ‘armi divine’ capaci di distruggere interi popoli. Dietro i miti esiste sempre una realtà storica, questo libro penetra nella loro complessità per recuperarne elementi tangibili e concreti.

Dopo anni di studi ed indagini compiuti in diversi paesi, l’autore presenta la più accurata analisi mai effettuata su questi enigmi storici, scoprendo e recuperando antichissime tradizioni e svelando incredibili parallelismi con le più moderne scoperte scientifiche.

Ripercorrendo le tracce e gli studi condotti negli anni ’70 da David William Davenport, viene posta nuova luce sulle vicende che portarono alla distruzione della città di Mohenjo Daro (Pakistan) e alla scomparsa della civiltà Harappa legando la loro storia a rovine sommerse scoperte nell’Oceano Indiano e datate ad oltre 10.000 anni fa.

Affrontare questa ricerca ha condotto ad un lungo viaggio alle radici della storia umana, della sua essenza, a ricercare il luogo dove ebbe origine e dove la sua grandezza vide la più eccelsa fioritura.

Il volume ripercorre con taglio analitico e scientifico la riscoperta di remote tradizioni e dei loro contenuti estremamente avanzati presentando al lettore nuove evidenze che potrebbero condurre a riscrivere la storia stessa della nostra civiltà e a vedere con occhi diversi le origini della nostra specie.

Gli elementi necessari per comprendere questo enigma storico sono già a nostra disposizione, seguendo le parole di Marcel Proust forse “il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre ma nell’avere nuovi occhi” per riscoprirle e comprenderle.

BESTSELLER - I Vimana e le Guerre degli Dei
20.00€
Babilonia, la creazione


Babilonia, la Creazione

Indagine tra Mito e Scienza
di Marco Pesci 
€16; ISBN - 9788899303648
pagine 226

Nel 1976, Zecharia Sitchin (Il Pianeta degli Dèi) ha sostenuto l’ipotesi che il mito babilonese della Creazione, l’Enuma Elish, sia la ricostruzione della storia del Sistema Solare. Egli ritiene che gli dèi rappresentino i pianeti. Ne è derivata un’affascinante cronaca celeste che ricomponeva le tappe principali dello sviluppo del Sistema Solare, dalla formazione dei primi pianeti alla Battaglia Celeste che ha determinato la nascita della Terra. Questa bizzarra lettura può essere confermata dalla scienza astronomica? Quali sono le indagini attuali e le convinzioni dei ricercatori?

Alla luce della lettura proposta da Sitchin (dèi=pianeti, ovvero il punto di partenza), la mia indagine conferma che l’Enuma Elish non solo contiene la storia cronologicamente esatta del Sistema Solare, ma contiene anche impressionanti e sbalorditive informazioni cosmologiche, mai considerate finora. Il Poema assume un valore nuovo e concreto poichè il quadro generale delle conoscenze e delle acquisizioni scientifiche (che è radicalmente cambiato da quando Sitchin ha scritto i suoi libri) permette una ricostruzione assolutamente plausibile ma anche rivoluzionaria. Quasi tutto il supporto scientifico riportato nel libro, nonchè i ragionamenti che ne derivano, non è mai stato messo in relazione all’idea cosmologica del mito babilonese. Non è mia intenzione sostituirmi al lavoro degli scienziati nè, tantomeno, stabilire alcuna verità assoluta. Desidero solamente far riflettere sul mito babilonese poichè, secondo la mia indagine, la ricerca astronomica può dare sorprendentemente credito scientifico all’antico poema, scritto 3000 anni fa. Non solo, le frasi del racconto babilonese consentono di ricostruire uno scenario del giovane Sistema Solare totalmente inedito.
Le traduzioni di Sitchin vengono confrontate con quelle di 7 studiosi accademici per verificarne l’attendibilità. Individuati i supposti contenuti cosmologici si indaga nello specifico, proponendo le ricerche astronomiche più recenti e presentando le ricostruzioni degli astrofisici.
16.00€
Gesù e i Manoscritti del Mar Morto

Gesù e i Manoscritti del Mar Morto

Indagine sul cristianesimo primitivo e l’identità storica di Cristo

di David Donnini

ISBN - 9788899303341



SINOSSI:

Frutto di anni di studi e di indagini sul campo, “Gesù e i Manoscritti del Mar Morto” rivela aspetti inediti o pochissimo noti sulle origini della più diffusa religione del mondo, spiegando le modalità con cui, nel corso dei secoli, la Chiesa ha progressivamente costruito un Cristo sempre più distante da quello della realtà storica. Nel libro, David Donnini guida il lettore alla scoperta dei rapporti tra l’ebreo Gesù e i movimenti rivoluzionari e fondamentalisti della Palestina del I secolo; della vera identità degli apostoli e di Maria Maddalena; dell’autentico luogo di nascita di Cristo; dei contatti tra il Cristianesimo primitivo e la comunità essena di Qumran; del ruolo centrale avuto da Paolo di Tarso nella elaborazione del Cristianesimo.

Gesù e i Manoscritti del Mar Morto, di David Donnini
16.90€
Per Page      1 - 20 of 37